feb 11, 2019 AUTHOR: info@baobab.pd.it
MARKEZIONARIO: IL DIZIONARIO DI MARKETING per marketers in erba.

📚📚📚📚📚

Scommetto che almeno una volta nella vita vi siete trovati davanti a marketers esperti che, cercando di spiegarvi qualcosa di settore, hanno iniziato ad utilizzare vocaboli mai sentiti prima e difficilmente comprensibili 🤪

Niente paura, noi abbiamo pensato proprio a voi..e abbiamo stilato una lista introduttiva di vocaboli “salva vita”, che potrebbero tornarvi utili in diverse situazioni 😄

👇🏻👇🏻👇🏻

PHISHING: E’ un tipo di truffa effettuata su Internet. Il malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile in una comunicazione digitale.

Il termine deriva dall’inglese ”to fish” che significa: pescare. In questo caso non è il solito scarpone che abbocca all’amo ma un bel pesciolone dalle umane dimensioni ricco di informazioni e dati personali.

 

CHAT BOT: Si tratta di un Software progettato per simulare una conversazione con un essere umano. Lo scopo è quello di simulare il comportamento di una persona. Talvolta sono definiti anche ”agenti intelligenti” e vengono usati per vari scopi come la guida all’interno dei siti, per rispondere alle FAQ degli utenti che accedono a un sito; alcuni utilizzano sofisticati sistemi di elaborazione del linguaggio digitale, ma molti si limitano a eseguire la scansione delle parole chiave nella finestra di input e fornire una risposta con le parole chiave più corrispondenti.

 

SHOWROOMING: Tutti l’avrete fatto almeno una volta. Corrisponde al comportamento di chi si reca in negozio per vedere la merce dal vivo pur volendola acquistare online.

 

WEBROOMING: E’ il fenomeno inverso che comprende chi prima osserva la merce e i prezzi su internet e poi si reca al negozio per acquistare.

 

SPAMMING: Consiste nell’ invio massiccio ed indiscriminato di messaggi di posta elettronica da parte di un ente, un’impresa, un’organizzazione, generalmente sono di tipo promozionale.

 

TARGET: In economia viene definito così un risultato di tipo economico posto come obiettivo per una determinata strategia. In comunicazione invece il target sono le persone a cui è risolto l’annuncio.

 

ENGAGEMENT: E’ un impegno ideologico, ma nello specifico, in economia, è la capacità di un prodotto o un marchio di creare relazioni solide e durature con i propri utenti. E’ l’impegno a stabilire un legame con i propri consumatori e, ovviamente, più sappiamo sul nostro cliente, più possiamo implementare strategie migliori per far si che questo rapporto sia solido e durevole.

 

TIME LINE: Parola che identifica una rappresentazione grafica di una sequenza cronologica di eventi in vari ambiti. Una sorta di linea del tempo.

 

BIG IDEA: Dopo l’Eureka di Archimede oggi è nato un nuovo termine in ambito economico usato per simboleggiare le basi di un’importante impresa in questi settori – un tentativo di comunicare un marchio, un prodotto o un concetto al grande pubblico, creando un messaggio forte che spinga i confini del marchio e risuoni con i consumatori.

BUZZ MARKETING: Tecnica di marketing basata sul passaparola in Internet (spec. attraverso i blog), al fine di raggiungere nel minor tempo possibile un gruppo di utenti interessato al tema, al prodotto o al servizio che si intende diffondere.

INBOUND MARKETING: Questa nuova metodologia dell’ In bound Marketing, include ogni passo necessario, gli strumenti da utilizzare, e tutte le fasi di marketing, dal visitatore sconosciuto al cliente. Aiuta il marketing ad attirare nuovi visitatori, a convertirli in potenziali contatti, in clienti attivi e in fantastici promotori.

 

LANDING PAGE: Una landing page, nel web marketing, è una pagina web specificamente strutturata che il visitatore raggiunge dopo aver cliccato un link o una pubblicità.

 

ROI: Acronimo di Return On Investment, misura la redditività del capitale investito dall’impresa.Si puo’ dire quindi che misuri l’efficacia della gestione aziendale calcolata, nella sua espressione più semplice, come rapporto fra gli utili netti e il capitale investito dall’impresa. Inoltre quando è espresso in percentuale, si rivela particolarmente utile per confrontare tra loro i rendimenti derivanti da forme diverse di investimento.

 

ADVERTISER: Termine inglese derivante da adevertising ed usato per indicare l’inserzionista pubblicitario. Tipicamente, l’ advertiser è l’azienda committente della campagna pubblicitaria o il centro media che, su mandato dell’azienda, pianifica e acquista gli spazi pubblicitari necessari per la diffusione della campagna.

 

BODY COPY: E’ la parte descrittiva dell’annuncio pubblicitario, cioè il testo. Ha come scopo quello di spiegare meglio l’annuncio. E’ la parte descrittiva che articola e commenta il messaggio.


Comments (0)